Panorama Casa Immobiliare BLOG

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Affittare casa a Torino: come far rendere di più la tua casa

Mentre vendere un immobile ci permette di guadagnare una buona somma di capitale in un colpo solo, affittare casa a Torino potrebbe rivelarsi anche più conveniente, se fatto nel modo giusto.

 

Se possiedi una seconda casa da concedere in locazione o vuoi mettere a reddito una stanza della tua abitazione, puoi ricavare da ciò una buona rendita passiva extra. Per farlo ti diciamo allora subito che il fattore tempo è altamente determinante per avere successo e far rendere di più la propria casa in affitto, anche considerando che il mercato immobiliare risente delle variabili socio-economiche nazionali e mondiali. 

 

Vediamo allora in che modo far fruttare al meglio una casa in affitto a Torino e provincia e perché puntare sull’affitto.

Perché affittare subito un immobile

Per sfruttare al massimo le potenzialità del tuo immobile e potenziare il suo valore di investimento devi prima di tutto pensare che tenerlo sfitto rappresenta una serie di costi: manutenzioni, ristrutturazioni, utenze, ma anche oneri fiscali ed amministrativi. 

 

In particolare, vediamo come l’aumento della tassazione sugli immobili in Italia sia distribuito in questo modo:

 

  • sia che l’immobile sia concesso a titolo gratuito (in comodato) o sia sfitto (nello stesso Comune dell’abitazione principale) avrà un costo IRPEF del 50% in più;

  • una casa sfitta prevede un IMU con aliquota massima.

 

Il Fisco sa bene che gli immobili rappresentano il bene rifugio per eccellenza per cui i suoi incassi non possono che crescere con i rincari attuali. Di conseguenza, affittare una casa diventa quasi obbligatorio per due motivi:

 

  • per avere una rendita in grado di coprire i costi annuali;

  • per assicurarsi un ricavo passivo aggiuntivo.

Come ottenere di più dal tuo affitto

Esistono alcuni modi che possono aiutarti a curare meglio il processo di affitto per ricavare il massimo dalla tua casa. Eccone alcuni. 

Scegli il giusto contratto di locazione

Prima di affittare casa devi sapere che sul mercato non esiste un unico tipo di contratto ed ognuno possiede delle caratteristiche diverse. Oltre che per motivi puramente economici, la stipula del contratto di locazione non va mai trascurata poiché rappresenta una prima forma di tutela per il proprietario in caso di insolvenza dell’affittuario. Anche se questa non è la sede per entrare nel dettaglio delle peculiarità di ogni soluzione contrattuale, elencheremo i tipi di contratti di affitto ed il modo per sceglierli in base alle tue esigenze e trarre il massimo dall’affitto.

 

Attualmente esistono questi tipi di contratti di affitto:

 

  • il contratto di locazione ad uso transitorio che, con una durata compresa tra 1 e 18 mesi, è relativo a permanenze temporanee (ma non turistiche) dell’inquilino;

  • il contratto di locazione a studenti universitari, della durata massima di 36 mesi;

  • il contratto di locazione turistica può durare un massimo di 30 giorni e non richiede la registrazione presso l’Agenzia delle Entrate;

  • il contratto di locazione a canone libero è la tipologia di contratto più usata e ha una durata fissa di 4 anni, prorogabili automaticamente per altri 4 anni;

  • il contratto di locazione a canone concordato prevede un importo calmierato del canone, è differente da Comune a Comune e dura 3 anni sino a un massimo di 6, rinnovabili per i successivi 2 anni.

 

Per scegliere il contratto migliore da usare nel tuo caso vanno fatte almeno due valutazioni:

 

  • il tipo di redditività che può derivare da ogni tipo di contratto. Per effettuare una stima devi tener conto del luogo in cui si trova l’immobile ed il suo stato. Ovviamente un immobile ristrutturato da poco e ben ubicato farà guadagnare sicuramente di più  rispetto ad uno che ha bisogno di manutenzione o si trova in periferia;

  • il livello di tassazione diretta che varia in base al contratto e che, in estrema sintesi, può presentarsi come tassazione IRPEF o cedolare secca.

Come far rendere di più il tuo affitto a Torino

Il canone di locazione

Una discriminante importante nell’affitto è poi sicuramente il canone di locazione, che dovrebbe rispecchiare il valore dell’immobile. È inutile impostare un canone più alto del dovuto rispetto a quanto indicato dal mercato della zona perché farebbe solo restare l’immobile sfitto. Se vuoi avere un’idea di quanto possa valere la tua casa, puoi scoprirlo usando il nostro calcolatore che trovi sulla destra della pagina.

Riduci i periodi sfitti nell’anno

Considerando i soli costi di gestione che bisogna affrontare per il possesso di una casa, ogni giorno in cui questa resta sfitta si traduce in un investimento a perdere. Per questo motivo diventa indispensabile ridurre al minimo, o eliminare, i tempi sfitti dell’immobile durante l’anno.

 

A volte, per paura di impegnare la casa in un affitto poco fruttuoso si preferisce addirittura lasciarla vuota, magari nell’illusione di vederla presto occupata ad un canone maggiore. Questo perché magari non si considera che il mercato immobiliare cambia nel tempo, come il valore delle case, per cui è consigliabile essere più flessibili anche quando il ricavo ci sembra poco.

 

A prescindere da quale sia la tipologia di contratto scelto, è importante che l’immobile sia coperto da locazione quanto più tempo possibile. Per far sì che ciò avvenga, dovrai promuovere l’immobile nel migliore modo possibile, come vedremo a breve.

Affittare casa a Torino: come può aiutarti Panorama Casa

Affidarti ad un’agenzia immobiliare esperta come Panorama Casa può offrire molte più possibilità di riuscita se desideri affittare una casa a Torino rispetto al fai da te. Ecco solo alcuni dei modi in cui possiamo aiutarti:

 

  • curando la promozione dell’annuncio in modo professionale e capillare; 
  • consigliandoti sugli aspetti contrattuali e amministrativi legati all’affitto;
  • occupandoci di mostrare al meglio l’immobile in foto che ne risaltino le qualità;
  • assistendoti in ogni scelta e chiarendo ogni dubbio che puoi avere riguardo le procedure da seguire.


Contattaci per maggiori informazioni compilando il form in basso, chiamando lo 011 7717047 o vienici direttamente a trovare nella nostra sede torinese a Via Nicola Fabrizi, 9 bis/e.