I primi 5 consigli per vendere casa a Torino con un buon guadagno

26/11/2018

Come vendere un immobile col massimo della resa è un argomento che apre a decine di soluzioni diverse. Cominciamo da quelle che puoi mettere in pratica da solo.

5 consigli per vendere casa a Torino

5 consigli per vendere casa a Torino

Casa mia casa mia, per malconcia che tu sia tu mi sembri una badia

In realtà questo antico detto popolare recitava “piccina” e non “malconcia”, ma mi sono preso la licenza poetica di adattarlo al contesto immobiliare dei nostri giorni.

Di fatto, non esiste proprietario a Torino che ammetta che il proprio alloggio abbia dei difetti (spesso macroscopici) e pensa di poterlo vendere alla velocità della luce a cifre che non stanno né in cielo né in terra.

Beh, la dura verità è che, per poter mettere in vendita una casa ricavando un buon guadagno, occorre prima di tutto essere realistici.

Valutare una casa a Torino e venderla al miglior prezzo significa lasciare da parte una serie di credenze e atteggiamenti mentali fuorvianti, tipo che:

  1. il prezzo di vendita corretto dell'immobile non lo ricavi sommando la cifra che l'avevi pagato al ricarico che ti fa comodo
  2. i bei ricordi che ti legano all’alloggio non sono tra i fattori che ne determinano il valore
  3. i soldi che hai speso vent’anni fa per abbellirla con le finiture, gli impianti e i sanitari all’ultima moda, non fanno più testo dopo tutto questo tempo

Ti potrei fare un elenco ancora più lungo dei bizzarri criteri di stima che mi capita di sentire quotidianamente da chi vuole vendere un’abitazione. E non ti nego che estirparli dalle loro teste sia un’ardua impresa.

Ecco perché ho deciso di scrivere questo post: vorrei fornirti un piccolo vademecum di consigli per vendere bene una casa cominciando dalle basi.

Cosa bisogna sapere per vendere una casa a Torino

Prima di proporti alcune raccomandazioni per vendere casa a un buon prezzo, mi sembra utile fare un veloce riepilogo dei punti chiave che non puoi assolutamente tralasciare:

  1. per mettere in vendita una casa devi innanzitutto pianificare una buona strategia immobiliare
  2. studia l’andamento attuale del mercato residenziale a Torino prima di azzardare cifre scriteriate
  3. informati su quali documenti servono per vendere casa, recuperali o falli preparare se non li hai

Ti invito a leggere con molta attenzione i tre articoli che ti ho appena linkato, nei quali ho trattato in modo analitico ognuno dei suddetti temi.

Cosa serve per vendere una casa a Torino senza sbagliare

cosa serve per vendere casa a Torino

Cosa serve per vendere casa a Torino

Tirando l’acqua al mio mulino, mi sentirei di risponderti immediatamente “cerca subito l’aiuto di un buon agente immobiliare di zona ”.

Se vendi casa da solo, infatti, preparati a scontrarti con una miriade di ostacoli che non sempre sono aggirabili se non hai una certa esperienza sul campo.

Lazzarino, ma su internet ho trovato un sacco di siti che spiegano come mettere in vendita una casa da privato senza agenzia...

Certo, online ci sono decine di sedicenti guru che propinano i più fantasiosi trucchi per una “vendita facile e senza problemi”. Ma, se ti fidi di chi fa l’agente immobiliare da oltre trent’anni, i trucchi lasciali ai maghi.

Quando vendi casa da privato, preparati a mettere in conto almeno due grosse perdite:

  1. tempo libero da dedicare ai tuoi hobby e alla tua famiglia
  2. serenità durante tutta la settimana, week end compresi

Devi rispondere agli annunci, correre da un ufficio all’altro per raccogliere i documenti e condurre le visite, giusto?... Per stare dietro a tutte queste cose da solo, più che trucchi, ti servirebbe il dono dell’onnipresenza.

Per cui archiviamo i fenomeni da baraccone e vediamo nella pratica cosa puoi fare per conto tuo:

  1. senza impazzire e sprecare fatiche inutili
  2. senza compromettere la possibilità di un buon guadagno

Cosa fare per vendere una casa a Torino cominciando da soli

So quanto un proprietario tenga alla propria casetta e aspiri a essere protagonista in una fase così importante della sua vita.

Così oggi ti regalo 5 consigli immobiliari che ti permetteranno di:

  1. svolgere in autonomia alcune importantissime azioni di preparazione alla vendita
  2. incrementare l’attrattiva del tuo appartamento

Partiamo da un concetto semplice: il tuo alloggio ha una sola occasione di fare una buona prima impressione.

Mi spiego meglio.

Chiunque di noi, quando acquista, è guidato sopra ogni cosa dall’emozione, dal bisogno di realizzare un suo sogno. Ciò significa che se riesci ad alimentare l’emotività in chi compra, aumenterai le tue chance di chiudere un ottimo affare.

Per arrivare a questo risultato devi lavorare sull’oggetto del desiderio del potenziale acquirente, cioè l’immobile stesso: rendilo irresistibile.

Lazzarino, ma la mia casa è stupenda, l’ho sempre curata bene ed è un gioiellino…

Attento a non fare l’errore che ho citato all’inizio: accantona i tuoi gusti e vesti i panni di un estraneo che la vede per la prima volta. Ricordati che ciò che piace a te non è detto piaccia a tutti, anzi.

Fai in modo che chi visita la casa lasci libero sfogo alla propria immaginazione e possa fantasticare su come sarebbe bello viverci.

Altrimenti rassegnati a lasciare la tua casa in vendita per mesi senza ricevere alcuna proposta.

Ecco come devi muoverti.

Consiglio numero 1: verifica per bene le condizioni della casa

Così come esistono siti che insegnano a vendere, ne esistono altrettanti che spiegano cosa guardare quando si compra casa. Uno dei suggerimenti più diffusi è valutare le condizioni di partenza.

Quindi, prima che ad accorgersi di eventuali difetti siano i potenziali interessati, fai tu un sopralluogo generale di strutture e impianti, magari chiedendo il parere di qualche professionista del settore.

Se le condizioni sono buone, ti basterà fare qualche ritocchino e qualche miglioria. Se sono pessime, intervieni in modo più radicale senza pensarci due volte.

Ma non prendere la cosa sotto gamba, perché mettere su piazza un immobile con difetti più o meno marcati, oltre a portare a un inevitabile deprezzamento, rischia di comprometterne del tutto la richiesta.

Consiglio numero 2: rendi invitante l’alloggio partendo da fuori

L’ingresso è il biglietto da visita della tua casa e devi dedicargli la massima attenzione. Dovrà far venire ai visitatori la voglia matta di entrare.

Perciò, se hai un giardino, taglia il prato e le siepi, leva tutte le erbacce e libera il vialetto da qualsiasi ingombro.

Poi pulisci e lucida la porta e fai in modo che qualsiasi difetto essa presenti sparisca. Controlla che la luce del pianerottolo sia abbastanza luminosa e calda e che il campanello funzioni bene.

Metti uno zerbino nuovo fiammante, togli il portaombrelli e sostituiscilo con un bel paio di vasi fioriti ai due lati della porta.

cosa fare per vendere casa

Cosa fare per preparare casa alla vendita

Consiglio numero 3: fai spazio e svecchia

Il punto debole di parecchi appartamenti sono i mobili.

Ma Lazzarino, io quelli mica li vendo insieme alla casa!

Già, però durante le visite sono lì, fanno percepire le stanze più piccole e strette e, purtroppo, spengono la fantasia dei probabili interessati…

Troppi mobili distraggono e non danno modo di vedere i reali spazi della casa, né come essi potrebbero essere usati.

Cerca quindi di eliminare quelli più ingombranti e mal ridotti, dando ai restanti la giusta disposizione. Recupererai lo spazio e l’acquirente avrà le idee più chiare sulle reali dimensioni dell’alloggio.

Poi arreda ad hoc dei piccoli spazi (ad esempio un angolo di lettura), così da fornirgli degli spunti creativi. Infine aggiungi un tocco naturale, abbellendo le stanze con qualche pianta, dei fiori o dei cesti di frutta colorata.

Consiglio numero 4: metti ogni cosa al suo posto e depersonalizza

Non pensare mai da proprietario, ma da venditore e guarda l’appartamento con gli occhi dell’acquirente.

Gli attrezzi per la pulizia vanno nel ripostiglio, le stoviglie in cucina, i giocattoli nella stanza dei bambini.

Ma, soprattutto, togli:

  1. qualsiasi oggetto inutile (libri e riviste vecchi, soprammobili di cattivo gusto, ecc.)
  2. tutto ciò che c’è di troppo “tuo” (foto, collezioni, souvenir di viaggi, ecc.)

Se hai animali domestici, igienizza bene i luoghi cui hanno accesso, perché molte persone sono allergiche al loro pelo.

Infatti, tieni presente due cose:

  1. i visitatori devono essere liberi di osservare l’alloggio senza e fastidi distrazioni
  2. difficilmente prenderanno in considerazione una casa da disinfestare appena entrati

Consiglio numero 5: cura l’illuminazione

In confronto a casa tua Las Vegas dovrà sembrare una prigione medievale.

Parti dal presupposto che la maggior parte delle visite si svolge di sera, dopo gli orari di lavoro. Quindi la luce è importantissima, perché crea un senso di grandezza e calore.

Per cui usa lampadine più potenti e, se le stanze sono piccole, favorisci la riflessione della luce con tende chiare e specchi. Non dimenticare, poi, di illuminare anche balconi e terrazzi.

Tutto sarà più facile nelle visite diurne. In questo caso ti basterà aprire le tende e pulire maniacalmente i vetri o, se non fa troppo freddo, spalancare le finestre.

Questo è solo l’inizio per la buona riuscita della vendita di una casa a Torino

Bastano queste cose Lazzarino?... Allora è una passeggiata!

Mi spiace deluderti ma, ovviamente, il discorso non si esaurisce qui.

Però non ti preoccupare, perché ho già pronte per te una serie di altre indicazioni che ti svelerò nei prossimi post…

Sei curioso e non riesci ad aspettare? Nessun problema! Hai due soluzioni:

E-book - Come vendere casa a Torino velocemente

SCARICA L'E-BOOK gratuito

  1. Scarica il mio e-book gratuito “Come vendere casa a Torino velocemente, in cui puoi trovare altri utili suggerimenti pronti da applicare
  2. Compila il form in fondo alla pagina e fissa un appuntamento con me o con un collega di Panorama Casa e avrai in anteprima tutte le dritte che ti servono per vendere casa senza svendere (naturalmente insieme a un buon caffè)

A presto!

Crediti immagini: Designed by Freepik