Altri 10 consigli per vendere al meglio la tua casa a Torino

03/12/2018

Cosa fare per mettere in vendita una casa al massimo del suo valore? Oggi ti do qualche altro consiglio utile per prepararla come Dio comanda per il mercato di Torino.

10 consigli per vendere casa

10 nuovi consigli per vendere casa a Torino

Spero tu abbia avuto già modo di memorizzare per benino (e magari cominciare a mettere in pratica) i primi 5 consigli per vendere casa Torino con maggior profitto di che ho dato nel precedente post.

Se non lo avessi fatto, ti suggerisco di correre a scoprirli prima di continuare nella lettura di questo articolo…

Bene, ora sei pronto per questo nuovo elenco di buone pratiche che faranno di te un venditore immobiliare senza rivali.

Per iniziare, ricordati un concetto basilare: capita raramente che un alloggio, nel momento in cui si decide di metterlo in vendita, sia così perfetto da far scattare nel potenziale acquirente lo sperato colpo di fulmine.

Per cui, subito dopo un’opera di generale svecchiamento e una bella riordinata, devi lavorare di fino ed eliminare i difetti grandi e piccoli.

Cosa bisogna fare per vendere una casa se non è in ottime condizioni

Partiamo dalla situazione peggiore: l’appartamento richiede una manutenzione o, addirittura, una ristrutturazione. In tal caso scordati di venderlo senza rimetterlo in sesto.

Lazzarino, sei sicuro che sia davvero necessario ristrutturare per vendere?...

Nella stragrande maggioranza dei casi la risposta è sì.

Infatti, salvo la sparuta nicchia degli investitori interessati a comprare una casa da ristrutturare, a nessuno fa gola acquistare un rudere.

Il motivo principale è che chi compra un alloggio, spesso non ha tutto il denaro a disposizione. Di conseguenza si trova obbligato ad accendere un mutuo, a volte pari anche al 80-90% del valore dell’immobile.

Secondo te, quante possibilità (o voglia) ha di riaprire subito dopo il portafoglio (e magari un altro finanziamento) per renderlo abitabile?

A questo aggiungi che:

  1. non è insolito che chi compra stia contemporaneamente cambiando abitazione e le spese per vendere e comprare casa, sommate a quelle del ripristino, lo spaventino
  2. a parte le condizioni economiche, sulla scelta d’acquisto incidono parecchio lo stress dei lavori e i tempi d’attesa per poter entrare nel nuovo appartamento
  3. di case simili alla tua ma in buono stato non si fa fatica a trovarne, poiché la situazione del mercato immobiliare di Torino è tuttora in fase di stallo e l’offerta supera ancora la domanda

E il cerchio si chiude.

vendere casa da ristrutturare

Vendere una casa da ristrutturare

Ristrutturare e vendere: come procedere e non lasciare nulla al caso

Lazzarino, però così sarò costretto io a dispiantè ‘l gran…

Tranquillo, dovrai solo limitarti a tirare fuori i soldi (traduzione di “dispiantè ‘l gran” per i non piemontesi) essenziali a eliminare i problemi macroscopici.

Di fatto, non devi eseguire gli stessi interventi che realizzeresti se dovessi continuare ad abitare tu l’appartamento. Se ci fossero lavori importanti e costosi da fare, semplicemente limitali all’indispensabile.

Ecco i primi 5 consigli per vendere la casa priva di difetti:

  1. Pareti e soffitti: ridipingerli ed eliminare le crepe sono i primi lavori da fare. Rendere i muri freschi e puliti è la miglior azione per valorizzare il proprio alloggio senza spendere troppo, soprattutto se lo si sa fare da soli
  2. Porte interne, finestre e persiane: assicurati che si aprano e chiudano bene e non cigolino. Se hanno i vetri rotti, sostituiscili, Se hanno fessure nei telai, stuccali o, comunque, aggiustali
  3. Balconi e ringhiere: se presentano scrostature, sono arrugginiti o danneggiati, riverniciali o riparali
  4. Impianti: sarebbe opportuno che nessun rubinetto perda, nessuna presa presenti rotture, nessun cavo sia a vista e nessuna lampadina sia bruciata. La caldaia, se autonoma, deve accendersi al primo colpo e il vano che la ospita deve essere pulito
  5. Pertinenze: se insieme all’abitazione vendi anche box e cantina, è d’obbligo mostrarli a posto. Il garage è il regno degli ometti di casa, i quali pretendono che la loro amata auto stia all’asciutto e sicura. Per cui elimina ogni eventuale causa di umidità e cambia la serratura se è malmessa.
    La cantina, invece, richiede molte meno attenzioni, visto che di solito viene usata come magazzino per le cose inutilizzate o, al massimo, come dispensa per le scorte di cibo. Quindi può bastare una veloce pulizia o, nel peggiore dei casi, una disinfestazione da insetti e topi.

Cosa si deve fare per vendere una casa quando è in buono stato

vendere casa in buone condizioni

Vendere una casa in buono stato

Finalmente la tua casa è tornata in buone condizioni, ma non basta…

A questo punto dovrai farla diventare una vera Miss, perché solo in questo modo farà breccia nel cuore di chi la visiterà.

Lazzarino, dimmi che non ci sono altre spese, per favore!

Vendere casa a Torino con la crisi è difficile, ma non ti preoccupare, per riuscirci non devi sempre scucire le tasche. In compenso, però, devi rimboccarti le maniche.

In altre parole, preparati alle pulizie di primavera, perché una casa che splende genera nel compratore l’impressione di un’attenta manutenzione generale.

In particolare cura i locali che chiunque si aspetta essere i più igienici, cioè la cucina e il bagno.

Gli ultimi 5 consigli per vendere casa al top

Andiamo subito al dunque:

  1. Cucina: non limitarti a una passata di straccio, ma sgrassa fornelli, lavabo, cappa e muro circostante (se necessario, imbiancalo)
  2. Bagno: deve essere pulito e profumare. Le piastrelle devono essere lucide e le fughe linde. Rubinetti e lavandini devono sembrare appena comprati. Cambia la tenda della doccia e metti asciugamani nuovi. Togli tutto ciò che fa disordine da ripiani e davanzali (boccettine di profumo, creme, ecc.)
  3. Pavimenti: tirali a lustro! Le piastrelle sgrassate e il marmo lucidato, oltre a rendere le stanze ordinate ed igieniche, ne aumentano la luminosità perché riflettono la luce esterna. Se hai un parquet opaco lamalo, poiché valorizzerà enormemente la casa
  4. Tappeti: non devono essere macchiati e vanno aspirati per bene. Possibilmente sostituisci quelli vecchi con altri chiari, che faranno sembrare più grandi le stanze
  5. Odori: entrare in casa tua deve essere come varcare la soglia dei giardini dell’Eden. Si devono sentire solo inebrianti profumi, freschi e diversi per ogni ambiente. Bandisci qualunque cattivo odore, soprattutto quelli dei tuoi simpatici animaletti da compagnia e delle scarpe dei ragazzi (che forse sono ancora peggio…)

Cosa serve ancora per la vendita di una casa no problem

Giunti a questo punto, possiamo dire di aver svolto tutti i compitini utili a prendere un buon voto durante le future visite dei possibili compratori.

Da questo momento l’oggetto dei loro desideri è ben confezionato per la vendita, ma le tua fatiche non sono ancora finite.

Senza una buona promozione, infatti, nessuno si accorgerà di un così bel bijoux e gli sforzi che hai fatto fino a qui andranno sprecati.

Non vuoi che succeda vero?...

Allora non perdere altro tempo e richiedi subito un primo appuntamento gratuito per valutare insieme la migliore strategia di vendita immobiliare di Torino!

Compila il form in fondo alla pagina e sarò lieto di spiegartela davanti a un fumante caffè.

A presto!

Crediti immagini: Designed by Freepik