Le 6 regole per fare foto perfette a una casa in vendita a Torino

02/01/2019

Pubblicare fotografie di qualità della casa che devi vendere può aumentare parecchio le richieste di visita. Ma devi sapere come si fa…

foto per casa in vendita

Senza foto di qualità è difficile vendere casa

Alcune settimane fa ho pubblicato sul blog due articoli nei quali ti ho regalato la bellezza di 15 suggerimenti da mettere in pratica da solo per preparare la tua casa alla vendita:

Me li ricordo Lazzarino, una bella lista di lavoretti di bricolage, pulizie e spostamenti…

Già, riadattando un vecchio proverbio: “Se bella vuoi (farla) apparire un po’ devi soffrire”.

Perciò, se non ti va di aspettare sei mesi per vendere il tuo immobile senza ricevere alcuna proposta, l’unica soluzione è impegnare un po' delle tue energie per trasformarlo nell’oggetto dei desideri di ogni compratore torinese.

Ma attento, nessuno acquisterà mai il tuo gioiellino se resta nascosto in un scrigno.

Così, dopo aver trasformato la tua casa in quella che chiunque sognerebbe di abitare, è arrivato il momento di farla vedere al mondo.

Delle belle fotografie sono il primo passo per rendere appetibile una casa in vendita a Torino

Non c’è interessato che visiti un alloggio senza prima avere un’idea della sua struttura e delle sue condizioni. Solo così comincerà a capire se fa al caso suo e valga la pena di spendere tempo prezioso per farci un sopralluogo.

Quindi devi partire fotografandolo.

Allora Lazzarino, prendo subito il cellulare e vai con gli scatti!

Alt, non correre: non è il numero delle immagini che fa la differenza o, almeno, non solo.

Infatti è più facile catturare l’attenzione dei potenziali acquirenti con pochi scatti fatti bene che con mille di ogni centimetro dei locali.

Per esperienza personale posso assicurarti che gli annunci con fotografie di alta qualità ricevono la maggior parte di richieste di visita e, di conseguenza, di offerte d’acquisto.

Questo per farti capire quanto è importante il ruolo che gioca nella tua strategia di vendita della casa la percezione di professionalità degli annunci promozionali.

Vediamo, dunque, come ottenere immagini di buon livello e che accendano in chi le guarda il desiderio di alzare la cornetta e chiederti subito un appuntamento.

Regola 1: non basta lo smartphone per fare belle fotografie all’alloggio

La fotocamera del cellulare può andar bene se devi immortalare i luoghi delle tue vacanze, i tuoi figli o fare qualche selfie, ma di certo non per presentare come si deve una casa in vendita.

Di fatto nessun telefono sul mercato possiede un obiettivo abbastanza luminoso e ampio per catturare le dimensioni di una stanza in un unico scatto.

Fare collage improvvisati di più foto o usare la funzione “panorama” non risolverà il problema, perché si tratta di rielaborazioni che abbassano la risoluzione e distorcono le proporzioni del soggetto.

Per cui rassegnati a dover usare una fotocamera semi-professionale (meglio se reflex) se vuoi vendere la tua casa a Torino velocemente.

E-book - Come vendere casa a Torino velocemente

SCARICA L'E-BOOK gratuito

Regola 2: usa un obiettivo appropriato per fotografare la casa

In base alle dimensioni delle stanze, sarà necessario utilizzare un obiettivo in grado di inquadrarne la porzione più grande possibile.

Per locali di superficie media di solito basta un 20 mm, per quelle più grandi si può scendere a un 24 mm, mentre per quelle piccole (le più difficili da fotografare) bisogna spingersi a un 17 mm o a un 15 mm.

Regola 3: fotografa l’appartamento solo in condizioni di luce perfetta

Il momento migliore per scattare è sicuramente di giorno.

A seconda dell’orientamento delle stanze, dovrai fotografare in orari diversi: per quelle esposte tra nord ed est la mattina, per quelle tra sud e ovest fra il primo pomeriggio e il tramonto.

Evita le ore centrali, perché il sole alto genera una luce troppo bianca, che appiattisce la prospettiva.

Se non c’è il sole o se altri edifici ombreggiano le finestre, allora armati di un buon flash o di luci molto forti, come i faretti da cantiere o quelli specifici per la fotografia da studio. Ma in nessun caso usa la sola luce dei lampadari, perché non è abbastanza potente.

Regola 4: non tenere la macchina fotografica in mano

Appoggia la fotocamera su un piano stabile o, meglio ancora, su un cavalletto: solo così potrai ottenere foto bene a fuoco ed evitare il mosso.

Riguardo alla posizione, sistema la fotocamera a circa un metro e cinquanta da terra e in un angolo della stanza (senza finestre di fronte, mi raccomando), in modo da catturare sia parte del soffitto che del pavimento e accentuare così la tridimensionalità del locale.

regole per fotografare casa in vendita

Appoggia la fotocamera per fare scatti a fuoco

Regola 5: non limitarti a fotografare gli interni dell’abitazione

Riprendi anche la vista e gli esterni.

Prima di fotografare un balcone o un terrazzo ricordati sempre di abbellirlo con del verde e il giusto mobilio e, se hai una bel panorama, inseriscilo nell’inquadratura.

L’esterno della casa o del palazzo deve essere presente nella galleria delle immagini, poiché definisce il contesto in cui si trova l’alloggio.

Se esso è dotato di un giardino, di una piscina, o si trova in un’area storica, allora includili nella scena.

Fotografa gli esterni in giornate serene, col cielo azzurro come sfondo e posizionati in modo che non si veda solo il portone d’ingresso.

Regola 6: metti la casa in ordine prima di fotografarla

Vale sia per gli interni che per gli esterni.

Se hai seguito le raccomandazioni contenute nel primo dei due post che ti ho indicato all’inizio, avresti già dovuto sistemare ogni particolare in modo impeccabile, in perfetto stile da set fotografico.

Qui aggiungo un altro consiglio: non includere nelle inquadrature animali o persone, perché distrarrebbero chi le guarda da tutto il resto.

Per quanto concerne gli esterni, invece, evita di scattare negli orari di punta, con troppo traffico e via vai di persone.

Cosa fare dopo aver fotografato l’immobile

Una volta fotografate tutte le stanze (bagni e pertinenze comprese) e aver fatto un po’ di scatti all’esterno, seleziona almeno un’immagine per ogni ambiente e aggiungi una scansione della planimetria dell’alloggio.

Ordina le foto in modo che le più belle siano pubblicate per prime, perché saranno quelle a colpire l’attenzione di chi legge l’annuncio e a farti vendere casa più rapidamente e al miglior prezzo.

Lazzarino, se devo essere sincero, la fotografia non è proprio il mio forte

Allora devi affidarti a un fotografo specializzato in immobili. Ti costerà qualche centinaio di euro, ma sarai sicuro di ottenere degli scatti di sicuro effetto e a te non resterà che scrivere un annuncio persuasivo.

Beh, non sono neppure tanto bravo come pubblicitario…

Non ti preoccupare, c’è rimedio anche a questo. Infatti la provvigione della nostra agenzia immobiliare comprende sia il servizio fotografico che la preparazione professionale dei layout degli annunci.

Se vuoi saperne di più, non perdere tempo e prenota una prima consulenza gratuita compilando il form più in basso.

Potremo così studiare insieme, davanti a un buon caffè, il sistema più efficace per vendere la tua casa a Torino e provincia.

A presto!