Previsioni sul mercato immobiliare di Torino e l’impatto della pandemia

13/09/2021

La pandemia da Covid 19 ha comportato diversi mutamenti nel tessuto sociale ed economico mondiale e, inevitabilmente, il mercato immobiliare ha subito diversi mutamenti a partire dal 2020, seguendo il classico andamento a W che caratterizza le crisi economiche. Nel dettaglio, nel nostro articolo analizzeremo il mercato immobiliare di Torino, i suoi mutamenti e le nuove opportunità per chi desidera vendere casa a Torino nel 2021.

mercato immobiliare Torino

Previsioni sul mercato immobiliare e cambiamenti

Il Secondo rapporto sul mercato immobiliare nazionale, presentato da Nomisma a Luglio 2021, evidenza innanzitutto un clima di fiducia e ottimismo generale, sia da parte degli acquirenti che da quello delle banche, più inclini ad accordare le richieste di mutuo delle famiglie italiane. Dopo un inevitabile picco degli acquisti che ha interessato l’inverno del 2020, le riaperture estive hanno segnato una rapida risalita, fino a raggiungere il picco delle 3,3 milioni di famiglie propense a investire nel mattone nel 2021. Un dato sicuramente incoraggiante, nonostante siano solo 800mila i nuclei familiari nelle condizioni di affrontare tale acquisto e che, di questi, l’80% dovrà fare affidamento sulla concessione di un mutuo.

Questa crescita positiva, tuttavia, interessa esclusivamente il settore immobiliare residenziale. L’acquisto di uffici e immobili a uso ricettivo ha invece subito un notevole calo a causa della crisi di settore.

Inutile dire che, tra gli immobili più richiesti in seguito al primo lockdown, ci sono senza dubbio le case in periferia e le ampie metrature con balconi e terrazzi (in questo caso comode ai servizi e al centro cittadino.)

La pandemia ci ha abituato a nuovi stili di vita e modalità lavorative, motivo per cui le famiglie desiderano ampi spazi in cui poter convivere pur rispettando la privacy e le attività quotidiane di tutti i componenti (uno studio per lo smart working, ampie camerette per la didattica a distanza, accesso alla fibra ottica, ecc.)

previsioni mercato immobiliare

Il mercato immobiliare a Torino: cosa è successo nel 2021

Il rapporto di Nomisma ha analizzato, tra le varie città prese in considerazione, anche i dati che interessano il mercato immobiliare di Torino. Sebbene l’anno non sia ancora giunto al termine, di seguito ti riassumerò le previsioni che ne sono scaturite.

Secondo un articolo di ANSA, il settore residenziale torinese è ripartito mostrando un netto recupero (lo stesso, purtroppo, non si può dire di uffici e negozi).

La crescita della domanda ha comportato un aumento dei prezzi di acquisto dell’1,6%, interessando tutte le zone della città. L’interesse di acquisto è rivolto sempre più agli immobili con spazi esterni (giardini, balconi e terrazzi) e ampie metrature, riflettendo quindi il trend nazionale.

Un altro dato confortante è la riduzione dei tempi medi di vendita, che si sono abbassati a 5,2 mesi, e degli sconti, con un parallelo aumento del costo dei canoni di locazione, motivo per cui le richieste di acquisto ormai superano quelle di locazione (55% delle richieste passate per le agenzie)

vendere casa a Torino nel 2021

Meglio affittare o acquistare una casa?

In questo clima di ottimismo, però, non tutti decidono di acquistare un immobile, anche a causa della crisi lavorativa che ha interessato determinati settori (ricettivo, ristorativo) e dell’imminente e temuto sblocco dei licenziamenti. Molte famiglie e giovani coppie, inoltre, a causa della precarietà lavorativa e della conseguente impossibilità di ottenere un mutuo, preferiranno comunque cercare una nuova abitazione in affitto, con metrature più ampie e spazi all’aperto.

L’analisi del settore immobiliare mostra quindi come siano cresciuti gli acquisti di seconde case, soprattutto al mare o in montagna e gli investimenti in immobili da adibire all’affitto, soprattutto se situati nelle grandi città.

Se, quindi, desideri Vendere casa a Torino ma ti preoccupa la situazione immobiliare post-pandemia, ricorda che il mercato è ancora florido, soprattutto per quanto riguarda l’acquisto di seconde case.

Se desideri vendere una casa in centro a Torino, magari con grandi metrature e spazi all’aperto, inizia ad attivarti per scoprirne il valore di mercato.

Mercato immobiliare nazionale: come vendere casa dopo la pandemia

Per riassumere, il clima nazionale nei confronti del mercato immobiliare è di generale ottimismo. Il calo dei prezzi in determinate città ha spinto molti compratori a investire nel loro primo immobile, un trend che si è mantenuto costante anche in seguito alla crescita dei prezzi, che saliranno almeno fino al 2022.

L’interesse generale è rivolto alle grandi metrature e alle case con spazi all’aperto che possano soddisfare le nuove esigenze delle famiglie. Anche l’acquisto di seconde case al mare o in montagna, verso cui dirigersi durante i periodi più difficili dell’anno, ha subito una notevole crescita. Per questo motivo Panoramacasa ti aiuterà a vendere casa anche in Liguria o in montagna, rispondendo alle esigenze di mercato e aiutandoti a vendere velocemente il tuo immobile.

Scarica il nostro ebook per scoprire come prepararti a vendere la tua casa a Torino velocemente

Insomma, vendere casa dopo la pandemia è possibile e anche conveniente, soprattutto se sai raggiungere il target giusto. Affidarti a degli specialisti del settore immobiliare, che conoscono il mercato e hanno un portfolio di clienti pronti all’acquisto, ti aiuterà sicuramente a velocizzare il processo rendendolo più sicuro.

Se desideri ricevere una valutazione gratuita del tuo immobile a Torino contattaci allo 011 7717047 o scrivendo a info@panoramacasaimmobiliare.it

Vuoi vendere casa velocemente?

Vuoi sapere il valore del tuo immobile?