Panorama Casa Immobiliare BLOG

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Comprare casa con mutuo a Torino: come fare e quanto ci vuole

Comprare una casa con un mutuo a Torino o altrove rappresenta oggi la soluzione più comune per la maggior parte delle persone perché è ormai molto difficile arrivare ad acquistare un immobile pagandolo in un’unica soluzione. 

Ecco quindi che per finalizzare l’acquisto diventi necessario recarsi in banca e richiedere un mutuo, ma come funziona questa procedura? Vediamo che tempi bisogna aspettarsi quando si compra con mutuo, cosa occorre fare e quali documenti vengono richiesti in questo caso. 

Alcune informazioni preliminari al mutuo da considerare

Secondo la legge non esiste un limite di età massima per richiedere un mutuo. Nonostante ciò, le banche stabiliscono che un acquirente immobiliare può avere massimo 65 anni per accendere un mutuo e ammortizzarne il pagamento (considerando che i mutui più brevi hanno una durata di 10 anni).

Infine, quando si ha a che fare con i mutui bisogna tenere conto della differenza tra mutuo fisso e variabile. Con il mutuo a tasso fisso il richiedente paga sempre la stessa rata, anche se il tasso di interesse è superiore a quello dei prestiti a tasso variabile, i cui valori però dipendono dall’andamento di indicatori come l’Euribor.

Quali spese sono necessarie per finalizzare mutuo e compravendita della casa?

Per quel che riguarda il costo dell’acquisto di una casa con mutuo, sarebbe consigliabile avere a disposizione un risparmio compreso tra il 30-35% del valore della casa per compensare il finanziamento delle banche, che può infatti arrivare fino all’80% del valore dell’immobile. 

Della percentuale prima considerata il restante 10-15% servirà a pagare le tasse legate alla vendita e alle spese della compravendita immobiliare, ovvero:

Come si fa a comprare una casa con mutuo?

  1. La prima cosa da fare è ovviamente consultare i siti specializzati in annunci immobiliari e trovare la casa che più risponde alle nostre esigenze e alla disponibilità di budget. 
  2. Dopo aver contattato il venditore o l’agenzia che si occupa della vendita, bisogna richiedere la visura catastale per informarsi su ogni aspetto dell’immobile, compresa l’eventuale presenza di debiti da colmare. 
  3. Poi occorre fare una proposta di acquisto, passaggio per cui sarebbe meglio farsi assistere da un agente immobiliare esperto per evitare i rischi dell’azzardo del fai da te. Bisogna infatti curare questa fase in modo approfondito analizzando le clausole riportate, le eventuali penali in caso di uscita dalla trattativa e verificare che le condizioni di acquisto non siano più vincolanti di un vero e proprio contratto preliminare di compravendita.
  4. Per comprare casa con mutuo a Torino poi non bisogna trascurare la fase di ricerca  dell’offerta di mutuo migliore, richiedendo un preventivo a più banche, anche tramite i comparatori online, per valutare ogni possibilità.
  5. Successivamente, se la proposta di acquisto è stata accettata, andrà stipulato un preliminare di compravendita, cioè un contratto in cui la parte denominata “promittente venditrice”, ovvero il proprietario, si impegna a vendere l’immobile mentre il ‘promittente acquirente’ si impegna a comprare secondo i termini pattuiti nel documento. Essere affiancati da un’agenzia anche in questo caso può facilitare questo passaggio perché aiuterebbe l’acquirente a chiarire ogni punto per non avere spiacevoli sorprese in futuro.
  6. Una volta appurate varie informazioni come, ad esempio, cosa succede in caso di insolvenza, l’acquirente può finalizzare la richiesta di mutuo preparando tutti i documenti necessari e, infine, firmando il contratto definitivo di compravendita.

Quali documenti chiede la banca per comprare casa con mutuo a Torino?

Fanno parte dei documenti necessari da consegnare alla banca per ottenere un mutuo:

  • Carta d’identità in corso di validità
  • Codice fiscale
  • Certificato di nascita
  • Certificato di residenza
  • Certificato di stato di famiglia
  • Modello Cud (se lavoratore dipendente)
  • Modello unico (se lavoratore autonomo)
  • Certificato di servizio e fotocopia busta paga (se lavoratore dipendente)
  • Fotocopia estratto conto (se lavoratore autonomo).

Tipi di acquisto immobiliare con mutuo

È possibile comprare una casa con mutuo in tre modi, ovvero tramite accollo, sostituzione di garanzia o estinzione del mutuo.

Acquisto della casa a Torino con accollo del mutuo

Nel caso dell’accollo, legiferato dall’art. 1273 del Codice Civile, l’acquirente si fa carico delle rate residue del mutuo originariamente concordato dal venditore della casa con l’istituto bancario.

Da un lato, quindi, l’accollante non deve preoccuparsi di stabilire il tasso da applicare con la banca né sostenere i costi di accensione del mutuo, a patto però che questa accetti il passaggio. Per accertarsi dell’affidabilità creditizia del nuovo mutuatario allora la banca provvederà a programmare un’apposita perizia.

Sostituzione di garanzia del mutuo

Secondo questa opzione si trasferisce l’ipoteca della casa sul nuovo immobile, non toccando il finanziamento originario che andrà a pagare la nuova soluzione mentre il precedente proprietario si svincolerà dal mutuo.

I vantaggi della sostituzione di garanzia del mutuo comprendono i seguenti punti:

  • non vengono versate imposte sostitutive
  • il tasso d’interesse e la durata del mutuo restano gli stessi del precedente vincolo
  • non bisogna accendere un nuovo mutuo.

Estinzione anticipata del mutuo 

L’estinzione anticipata del mutuo è stata introdotta dal Decreto Bersani del 2007 e contempla sia la possibilità di pagare il mutuo in modo parziale (riducendone la durata o le rate) che per intero

Se si tratta di un mutuo “prima casa” iniziato dopo il 2007 non sono previsti costi, altrimenti entrano in gioco delle penali che ammontano ad un valore compreso tra lo 0,2 e l’1,5% dell’importo residuo e diminuiscono con l’avvicinarsi del termine del piano di ammortamento.

In generale, l’estinzione anticipata del mutuo conviene se gli interessi sono stati versati solo in minima parte e la procedura di rimborso delle rate non è stata avviata da molto tempo.

A quanto ammonta la rata mensile del mutuo?

L’entità della rata del mutuo varia in base al prezzo dell’immobile e all’importo del finanziamento, oltre che alla durata del mutuo (più lunga sarà, minore diventerà il canone mensile). Una soluzione ottimale per non correre rischi a livello finanziario, prevede di stimare l’ammontare del reddito decurtando già le spese fisse mensili in modo da definire il margine di cui si dispone.

Quanto ci vuole per comprare casa con mutuo a Torino?

Dal momento in cui si richiede un mutuo con i documenti prima citati a quando si conclude l’istruttoria della banca che ne decreta la fattibilità, possono passare dai tre ai cinque mesi.

Nello specifico sono cinque le fasi che intercorrono tra la richiesta e la concessione del mutuo, ovvero:

  1. Raccolta dei documenti richiesti
  2. Valutazione preliminare della banca
  3. Inizio della fase di istruttoria
  4. Incontro con il notaio
  5. Erogazione del mutuo, che avviene di solito dai 30 ai 60 giorni dopo che è stato approvato. 

Panorama Casa ti aiuta a comprare casa a Torino e provincia in poco tempo anche se hai bisogno di stipulare un mutuo. Per affrontare con fiducia e sicurezza ogni passaggio potrai contare sulla nostra esperienza in ambito immobiliare che supera i 30 anni. Se vuoi ricevere più informazioni chiamaci allo 011 7717047 o scrivici usando il form qui sotto.