Documenti necessari per vendere casa: la guida di Panorama Casa

27/09/2021

L’ostacolo più grande, quando ci si appresta a vendere un immobile, è il reperimento dei documenti necessari per vendere casa. Chi vende casa tramite agenzia Immobiliare sa da subito di non doversi preoccupare di questo aspetto. Ci penserà l’agente a recuperare tutta la documentazione necessaria e averla pronta al momento giusto.

Se hai intenzione di vendere casa da privato, al contrario, ti consiglio di leggere con attenzione i prossimi paragrafi.

Un potenziale acquirente esperto e attento potrebbe richiederti determinati documenti già al momento della visita. Magari vorrà vedere l’attestato di prestazione energetica per calcolare la spesa delle bollette, oppure vorrà accertarsi che tu sia in regola con il pagamento delle spese condominiali.

Insomma, l’acquisto di una casa è un argomento delicato e ti sconsigliamo di trascurare questi dettagli per evitare di scoraggiare il compratore.

Cosa serve per vendere casa?

Per vendere casa, quindi, avrai bisogno di 3 tipologie di documenti

  • Documenti che attestano la proprietà.
  • Documentazione che attesti la regolarità tecnica.
  • Documenti che attestano la regolarità amministrativa.

Questi tre gruppi contengono al loro interno una serie di fascicoli e documentazioni che potrai reperire presso enti e professionisti diversi.

documenti necessari per vendere casa

Documenti che attestano la proprietà di una casa

A questa categoria appartengono, appunto, tutti quei documenti che attestano il modo in cui si è entrati in possesso della casa che si sta mettendo in vendita.

Essi sono:

  • Atto di provenienza: ovvero il rogito notarile, l’atto di donazione, l’atto di divisione dell’eredità o la dichiarazione di successione. Nel caso lo avessi perso, potrai chiederne una copia al notaio che lo ha redatto o all’archivio notarile.
  • Contratto di locazione: se la casa è attualmente vincolata a un contratto di affitto, dovrai fornire questo documento all’acquirente.
documenti proprietà casa

Documenti che attestano la regolarità tecnica di una casa

Si tratta del gruppo più problematico di documentazioni, che ti troverai a richiedere a professionisti diversi, probabilmente correndo da una parte all’altra della città. Se vuoi vendere casa a Torino dovrai quindi metterti in contatto con gli uffici comunali giusti e con i geometri e ingegneri che si sono occupati o si occuperanno delle attestazioni sul tuo immobile. Iniziamo:

  • Autorizzazione edilizia iniziale: anche conosciuta come licenza edilizia iniziale (1942-1977), concessione edilizia iniziale (1977-2001) o permesso di costruire iniziale (2001-oggi). Si tratta della concessione rilasciata dal comune per la costruzione dello stabile. Se devi vendere un appartamento, potrai recuperarla recandoti all’ufficio tecnico del comune.
  • Certificato di agibilità o certificato di abitabilità: viene rilasciato dall’ufficio tecnico comunale per indicare che l’immobile sia abitabile. Ricorda, però, che l’immobile può essere venduto e successivamente reso abitabile ma che questo dettaglio potrebbe determinare il mancato acquisto da parte di un compratore interessato. Assicurati di averlo a disposizione.
  • Concessioni edilizie successive: si tratta dei documenti relativi ai lavori di ristrutturazione pesanti effettuati in un dato immobile. Puoi richiederlo al catasto o all’ufficio tecnico del comune.
  • Planimetria catastale: è la piantina dell’immobile, che deve corrispondere all’esatto stato di un’abitazione o riportare le eventuali “variazioni catastali” in seguito a un’opera di ristrutturazione. Un geometra o un ingegnere ti aiuterà a fare le dovute verifiche e presentare le variazioni. Senza le variazioni catastali il notaio non formalizzerà la vendita.
  • Attestato di Prestazione Energetica: deve essere indicato su tutti gli annunci immobiliari e viene redatto da un ingegnere, un geometra o un architetto abilitato.
  • Documentazione degli impianti: serve ad attestare la conformità degli impianti idrici, di luce e gas. Assicurati di avere anche il libretto della caldaia!
documenti per vendere casa

Documenti che attestano la regolarità amministrativa di un immobile

Veniamo ora a tutti quei documenti che attestano la regolarità amministrativa per la vendita di un immobile.

  • Certificato di stato civile del venditore: in caso di stato libero/di vedovanza o di estratto di matrimonio ti basterà rivolgerti al comune di competenza. Per il verbale di omologa della separazione o la sentenza di divorzio dovrai invece recarti ai tribunali coinvolti. Questo certificato serve a controllare il regime di comunione o separazione dei beni.
  • Visura catastale storica: porta in dettaglio tutti i passaggi di proprietà della tua casa e le variazioni tecnico-fiscali. Puoi reperirla al catasto, all’Agenzia delle Entrate o alle poste.
  • Visura ipotecaria: necessaria in caso di vincoli (ipoteche, sequestri, pignoramenti) o diritti di terzi (usufrutti, comproprietà). Puoi richiederla all’Agenzia delle Entrate.
  • Regolamento condominiale: serve al futuro inquilino per controllare che il regolamento dello stabile non gli impedisca l’acquisto.
  • Consuntivo delle spese di condominio: dovrai fornirlo al compratore per dimostrargli di essere in regola con il pagamento delle spese e per indicargli eventuali lavori in programma in futuro.
  • Documenti anagrafici: come per la stipula di ogni contratto, tieni a disposizione un documento d’identità con foto di riconoscimento e il tuo Codice Fiscale.
  • Documenti bancari: servono per indicare la presenza di un mutuo o l’estinzione dello stesso.

Documentazione necessaria per vendere casa: tutti i documenti

Riassumendo, ecco tutti i documenti necessari per vendere casa:

  • Atto di provenienza
  • Contratto di locazione (se presente)
  • Autorizzazione edilizia iniziale
  • Certificato di agibilità
  • Concessioni edilizie successive
  • Planimetria
  • Variazioni catastali (se presenti)
  • APE
  • Documentazione tecnica degli impianti di luce, gas, acqua, riscaldamento e caldaia
  • Certificato di stato civile
  • Visura catastale storica
  • Visura ipotecaria (se presente)
  • Regolamento condominiale (se si tratta di un appartamento in condominio)
  • Consuntivo delle spese condominiali
  • Documenti anagrafici
  • Documenti bancari.

Come avrai capito, se hai intenzione di reperire tutta questa documentazione in autonomia dovrai rivolgerti a tanti professionisti diversi: geometri, ingegneri, architetti, diversi uffici tecnici comunali, Agenzia delle Entrate, Tribunali, Banche, catasto, imprese di costruzione, notaio, ecc.

Se hai molto tempo a disposizione e una certa dimestichezza con gli uffici tecnici, lanciati pure. In caso contrario, ti consigliamo di affidarti a un’agenzia immobiliare a Torino come Panorama Casa, che si prenderà cura della gestione globale del tuo immobile. Recupereremo tutti i documenti necessari per vendere casa in modo che i potenziali acquirenti possano visionarli fin da subito senza farsi scoraggiare. Questo ti aiuterà a vendere casa velocemente a Torino. Chiamaci al 011 7717047 o scrivi a info@panoramacasaimmobiliare.it per ricevere ulteriori informazioni.

Vuoi sapere il valore del tuo immobile?