Panorama Casa Immobiliare BLOG

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Documenti per affittare casa: quali devi procurarti subito

Nonostante l’affitto di una casa sia percepito come un passo meno difficile da compiere, si tratta comunque di un’attività molto delicata, che richiede particolare attenzione. Molti dei nostri clienti si affidano alla nostra agenzia immobiliare per proporre il loro immobile in affitto in tranquillità e superare quello che percepiscono come l’ostacolo maggiore: reperire i documenti per affittare casa.

Se anche tu sei tra le persone che non vogliono affittare casa da privati, in questo articolo ti proporremo una lista dei documenti di cui avrai bisogno per proporre in affitto il tuo immobile. Ti spiegheremo inoltre quali sono i documenti per affittare un immobile come inquilino e per quale motivo dovresti affidarti a un’agenzia immobiliare per affittare casa a Torino.

Lista dei documenti per affittare casa

Se sei il proprietario di una casa ereditata o hai più di un immobile e vorresti affittarne uno, ecco i documenti che dovrai assolutamente possedere e, in molti casi, presentare, per portare a termine il contratto di affitto:

  • Visura catastale: serve a identificare l’immobile posto in affitto, le sue caratteristiche e i dati di chi ha diritti sulla casa (chi è o chi sono i proprietari).
  • Certificato di abitabilità: serve a dimostrare all’inquilino che la casa proposta in affitto è agibile e abitabile e che gli impianti sono a norma.
  • Attestato di prestazione energetica: indica il fabbisogno di energia primaria e non rinnovabile dell’immobile ed è spesso utile a prevedere se la casa consumerà molto.
  • Atto di provenienza: è importante per dimostrare la titolarità sull’immobile.
  • Regolamento di condominio: se l’immobile è posto in condominio, dovrà essere fornito ai futuri inquilini.
  • Contratto di affitto: il contratto formale con cui il proprietario mette a disposizione del conduttore l’immobile in cambio di un corrispettivo economico. Solitamente la maggior parte delle abitazioni vengono affittate in regime di cedolare secca, che non prevede un canone variabile e quindi un vantaggio per gli inquilini. Il contratto di affitto per uso abitativo solitamente è un 4+4 a canone libero, un 3+2 a canone concordato (solitamente agevolato, sia per il conduttore che per la tassazione del proprietario), o un contratto transitorio.
  • Documenti del proprietario (codice fiscale e carta d’identità, per la sottoscrizione del contratto).
  • Contrassegni telematici per il pagamento dell’imposta di bollo con data successiva alla stipula del contratto.
  • Ricevuta di registrazione del contratto di affitto, fondamentale per formalizzare la locazione e permettere all’inquilino di richiedere la residenza nel suo nuovo domicilio.

Lista dei documenti dell’inquilino

Ora che sappiamo cosa serve al proprietario per affittare casa, sarà facile stilare una lista dei documenti necessari se invece ci troviamo dall’altra parte e siamo quindi i futuri inquilini di un immobile in affitto.

Ovviamente, se stiamo prendendo in affitto casa il numero di documenti da presentare sarà più esiguo e prevederà:

  • Carta d’identità e codice fiscale, per la stipula del contratto
  • Copia della ricevuta di registrazione del contratto di locazione per poter richiedere la residenza.

Attenzione, però: il proprietario, per essere certo di non incorrere in inquilini insolventi, potrebbe affidarsi a un’agenzia immobiliare per l’affitto della propria casa per fare in modo di reperire qualche garanzia aggiuntiva. Solitamente questi documenti vengono richiesti in fase di proposta d’affitto, per valutare gli inquilini più adatti e affidabili. Alcuni proprietari potrebbero quindi richiedere:

  • Una busta paga recente, per controllare il reddito mensile e la scadenza del contratto lavorativo.
  • In caso di lavoratore autonomo, potrebbe essere necessaria l’ultima dichiarazione dei redditi, le ultime tre ricevute di pagamento dell’IRPEF e i dati professionali del tuo commercialista.
  • Se non hai un contratto a tempo indeterminato o se il proprietario dovesse necessitare di ulteriori garanzie basterà includere la firma di un garante (un genitore o un parente) nella stipula del contratto.

Perché affittare casa tramite agenzia?

Come avrai capito, nonostante sembri molto più semplice, affittare casa richiede una grande dose di fiducia nei confronti delle persone che andranno ad abitare il tuo immobile. I documenti per affittare casa sono tanti, soprattutto se vuoi assicurarti che l’inquilino che stai per scegliere sia solvente. Affittando casa a Torino tramite agenzia immobiliare sarà l’agente a farsi carico della trasmissione dei documenti e, soprattutto, della selezione dei profili più affidabili da presentarti.

Se stai pensando di affittare casa contattaci al 011 7717047. Ti forniremo un appuntamento per confrontarci e fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno.