Panorama Casa Immobiliare BLOG

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Instant buyer immobiliare a Torino: quanto conviene?

Sogni di vendere casa in pochi giorni? La figura dell’instant buyer immobiliare a Torino solitamente promette delle vendite di questo tipo in tempi record, trasferendo negli ultimi anni anche in Italia un fenomeno nato negli Stati Uniti.

 

Che tu abbia intenzione di vendere o comprare un immobile, è importante che sia a conoscenza di tutte le possibilità e gli attori di riferimento che ti possono aiutare in questa impresa.

 

Oltre ciò però bisogna comunque considerare che la compravendita immobiliare è un procedimento che si compone di diversi elementi come: 

 

  • la valutazione del prezzo
  • la gestione di varie questioni burocratiche
  • la variabilità dei tempi di vendita/acquisto
  • i cambiamenti in atto nel mercato
  • la capacità di trattare con i potenziali acquirenti.

 

Se quindi tutti questi fattori possono rendere la compravendita immobiliare a Torino un’esperienza stressante per il venditore, il primo consiglio che possiamo dare è proprio quello di affidarsi ad un professionista della vendita che agevoli il processo invece di gestirla da soli.

 

Come anticipato, però, oltre alle tradizionali agenzie immobiliari, da qualche anno si è affacciato sul mercato un nuovo tipo di soggetto che si pone come alternativa a queste ultime, l’instant buyer.

 

Vediamo allora in cosa consiste il modello dell’instant buyer e se conviene rivolgersi a lui per vendere casa a Torino velocemente.

Cos’è l’instant buyer immobiliare?

 

L’instant buyer (iBuyer), modello nato nel 2014 negli USA e poi espansosi ad altri mercati immobiliari, si prefissa l’obiettivo di facilitare ogni fase legata alla vendita di un immobile, dalla definizione del prezzo alla ristrutturazione, passando per le visite volte ad individuare un acquirente. Il tutto in tempi rapidissimi.

 

Ristrutturazioni? Sì, perché l’instant buyer immobiliare è una società che acquista case per rivenderle online in tempi brevi dopo aver eseguito dei lavori di miglioramento.

Gli iBuyer sono “acquirenti istantanei” in quanto si propongono di realizzare un’offerta di acquisto di un immobile e di concluderne la vendita entro una media di 30 giorni, un tempo ridotto rispetto a quello impiegato da un’agenzia tradizionale.

 

Riassumendo, il modello dell’instant buyer si basa su 3 fattori:

  

  1. Velocità di compravendita che porta questa azienda ad acquisire e a vendere nel minore tempo possibile per guadagnare tempo e far circolare il capitale più velocemente, caratteristica tipica della new economy di cui questo modello fa parte.
     
  2. L’iBuyer cerca di mantenere i propri margini di guadagno bassi per restare competitivo rispetto alla concorrenza.

  3. Non tutte le aziende possono diventare degli iBuyer a meno che non dispongano di un grande capitale. Per poter investire in più proprietà da rimettere sul mercato occorrono, infatti, svariati milioni di euro, un asset non da tutti. Per racimolare queste somme importanti, le società instaurano rapporti con soci ed investitori privati o istituzionali oppure raccolgono il capitale emettendo titoli di debito (bond).

Cosa fa l’instant buyer?

Gli instant buyer mirano a rendere più snelle alcune fasi della compravendita immobiliare:

 

  • La valutazione della proprietà da acquistare è molto rapida, raggiungendo anche le 24 ore, e si avvale dell’uso di algoritmi. L’offerta proposta della casa sarà tuttavia scontata per permettere all’agenzia di investire nel restyling con l’obbiettivo finale di rivenderla ad un prezzo maggiore.
  • Le questioni burocratiche sono a carico dell’instant buyer.
  • I tempi di vendita di solito si riducono a non più di 30 giorni.
  • Non c’è bisogno di negoziare con potenziali acquirenti.

 

L’iBuyer lavora tipicamente in questo modo: per prima cosa, raccoglie i dati necessari per definire il prezzo di acquisto di un certo immobile; in seguito, formula una prima offerta, di solito in 24 ore, dopodiché effettua un sopralluogo per confermarla. In un intervallo di tempo che può anche essere di 30 giorni, il proprietario dell’immobile riceve la somma pattuita in presenza del notaio. È così possibile che l’instant buyer proceda con un’eventuale ristrutturazione della casa o con un frazionamento (laddove possibile). Nell’ultimo passaggio l’immobile viene reimmesso sul mercato.

Perché non conviene rivolgersi ad un instant buyer immobiliare a Torino

La semplificazione dei passaggi che abbiamo appena elencato però, come si può prevedere, conduce a degli svantaggi

 

  1. Il primo di questi riguarda il fatto che per poter rivendere un immobile acquistato, anche a fronte di lavori di riattamento, l’instant buyer sarà costretto a proporre un prezzo basso per rientrare nei costi sostenuti. Può tuttavia capitare che si abbia bisogno di vendere in fretta, magari per un’impellente necessità di liquidità o un trasferimento immediato per cui si può soprassedere sul guadagno derivante dall’immobile. In generale, però, l’offerta proposta da un instant buyer immobiliare a Torino sarà sempre meno conveniente rispetto a quella studiata da un’agenzia immobiliare locale perché questa farà di tutto per valutare in primis l’immobile in modo imparziale la casa e gestire una trattativa soddisfacente sia per il venditore che per il nuovo proprietario.

 

  1. Con l’instant buyer se un immobile viene ritenuto di basso interesse, potrebbe sia succedere che, per paura di non riuscire a rivenderlo in breve tempo, l’offerta sia eccessivamente bassa o, addirittura, non ve ne sia alcuna, lasciando il proprietario a bocca asciutta.

 

  1. Anche la velocità dell’instant buyer può essere ragionevolmente controbilanciata se l’agenzia immobiliare a cui ci si rivolge promuove sapientemente l’immobile. Scegliendo dei mediatori professionisti a Torino come quelli di Panorama Casa ti consentirà di presentare al meglio la tua casa da vendere, con annunci dettagliati e foto accattivanti. Come testimoniano gli esempi di alcune case vendute qui mostrati, Panorama Casa si impegna a concludere le compravendite in poco tempo e al miglior prezzo possibile.

 

  1. Un punto su cui l’instant buyer immobiliare italiano si rivela come una realtà ancora acerba rispetto ad altre nazioni è poi il fatto che la sua presenza sul territorio si limita ancora a poche grandi metropoli italiane, tralasciando del tutto molte regioni. Questo non è da considerarsi un particolare di poco conto poiché chi tratta case dovrebbe essere ben radicato e profondo conoscitore dell’area in cui opera. In questo articolo spieghiamo quali sono i motivi per cui le agenzie indipendenti sono da preferire anche sotto il punto di vista dell’appartenenza ad un territorio.  


Panorama Casa è un’agenzia immobiliare sita in Via Nicola Fabrizi, 9 Bis e, Torino che si affida alla tecnologia e ai migliori agenti della zona per garantire ai propri clienti una corretta valutazione immobile volta alla vendita di case a Torino e provincia al giusto prezzo e in poco tempo. Contattaci allo 0117717047 o tramite il form in basso per sottoporci il tuo immobile.