Panorama Casa Immobiliare BLOG

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Mercato immobiliare 2024 a Torino: previsioni e andamento

Per capire come sarà il mercato immobiliare 2024 a Torino bisogna analizzare come si è definito l’andamento degli ultimi mesi dell’anno scorso e in che modo alcuni fattori, come i tassi di interesse in primis, abbiano agito. Si può allora anticipare che, dopo una contrazione delle compravendite nel 2023, sembra intravedersi per quest’anno uno spiraglio di ripresa per tutti settori immobiliari, anche se moderato.

 

Le oscillazioni del mercato immobiliare dipendono in larga misura dal comportamento dei tassi e dell’ambito dei mutui, oltre che dalle condizioni economiche delle famiglie che, sempre più spesso, non possiedono abbastanza capitali per comprare casa.

 

Vediamo in breve come si potrebbe configurare il mercato immobiliare nel 2024 a Torino in base a quanto è stato rilevato da economi della FABI (Federazione Autonoma Bancari Italiani) e banche.

Mercato immobiliare 2024 a Torino: da che situazione si parte?

Il 2023 non si è rivelato come un anno ottimale per il mercato immobiliare, che ha registrato una diminuzione delle compravendite importante rispetto al 2022 ed un aumento generale dei costi delle case (anche a Torino). Un motivo del calo lo si attribuisce alla flessione dei rogiti del 13% e dei mutui del 29%.

 

In generale hanno poi influito negativamente i tassi d’interesse e l’aumento dell’inflazione che ha peggiorato la situazione economica delle famiglie e, quindi, reso più complicato per le banche il rilascio dei mutui.

Variazioni dei tassi d’interesse e andamento dei prezzi 

In due anni sono triplicati i tassi di interesse e ciò ha determinato un distacco delle famiglie italiane dall’idea di acquistare casa, con una percentuale di persone che chiedono l’apertura di un mutuo che scende dal 50% al 41%.

 

Nel 2024 la questione tassi dovrebbe migliorare in quanto quest’anno si prevede che la BCE inizi a tagliare il costo del denaro, anche se resterà alto il costo della vita e degli alimentari. Perciò, nonostante i possibili cambiamenti, il 2024 potrebbe di nuovo chiudersi in negativo per quel che riguarda le compravendite immobiliari, mentre la situazione dovrebbe migliorare nel 2025, con un definitivo adeguamento dei prezzi.

 

Sia le banche che le famiglie hanno interesse che la Banca Centrale Europea acceleri la riduzione del costo del denaro per riguadagnare punti di PIL e far sì che le stesse banche possano tornare a supportare il mercato immobiliare con i mutui.

 

L’andamento dei prezzi degli immobili dovrebbe comunque restare stabile, senza grosse variazioni in positivo o in negativo, soprattutto se si tratta di metrature piccole. 

Più vendite di immobili per investimento

Con l’inflazione in crescita, chi decide di acquistare una casa oggi spesso lo fa per investire in un immobile che offra un ritorno interessante trasformandosi, ad esempio, in struttura ricettiva o in appartamento per studenti universitari o professionisti fuorisede. Torino in questo senso non fa eccezione, vista la presenza sia di interessi in ambito turistico e fieristico, che di vari poli universitari che attraggono centinaia di studenti da tutta Italia.

 

Insieme all’aumento delle imposte, l’espansione delle case con affitti brevi penalizza l’affitto tradizionale poiché risulta più redditizia. Chi ha bisogno di trovare una casa in affitto purtroppo continua poi a soffrire il caro affitti, di cui abbiamo parlato l’anno scorso ma che sfortunatamente risulta ancora attuale (se non maggiore).

 

Dagli ultimi dati rilevati, il costo medio per mq di una casa in affitto a Torino a gennaio 2024 si attesta sui € 11,05 al mese: con un aumento del 11,50% rispetto allo stesso mese del 2023, rappresenta il massimo raggiunto negli ultimi 2 anni.

Mercato immobiliare a Torino: previsioni per il 2024

Considerando che i tassi di interesse ancora elevati dovrebbero migliorare e che l’attuale prudenza delle banche rende l’accesso ai mutui ancora difficoltoso, anche se il numero di compravendite a Torino non aumenterà in modo esponenziale, si potrebbe arrivare ad una riduzione dei prezzi delle case, in particolare per le tipologie di immobili più popolari, per le metrature ampie e per le soluzioni da ristrutturare.

 

Non dovrebbe cambiare invece il costo degli immobili signorili o di nuova costruzione perché si tende ad essere disposti a spendere qualcosa in più per ottenere le condizioni migliori sul mercato. Va però notato che è più facile trovare immobili di nuova costruzione nelle grandi città rispetto all’hinterland o ai capoluoghi di provincia dove i costi di costruzione potrebbero risultare troppo alti rispetto alla potenziale resa. 

 

Se si pensa alle obiettive difficoltà di trovare immobili in affitto a Torino soprattutto a lungo termine, poi, è probabile che si assisterà ad una maggiore attenzione alla solvibilità dell’inquilino con la richiesta di ulteriori garanzie. Non appare tanto lontana la possibilità quindi che molte persone si sposteranno sull’affitto breve.

Come comprare o vendere casa a Torino oggi?

In momenti così complessi in cui il mercato immobiliare appare incerto, diventa ancora più importante rivolgersi ad un’agenzia immobiliare esperta se devi comprare, vendere o affittare casa a Torino. Panorama Casa non lascia nulla al caso e ti offre tante soluzioni immobiliari personalizzandole in base alle tue richieste. 

 

I nostri agenti conoscono perfettamente l’andamento del mercato di zona e sanno perciò indirizzarti all’opzione migliore in base all’area di preferenza e al budget, se vuoi acquistare, o, ad esempio, al prezzo giusto, se devi vendere o affittare. Il tutto con l’onestà professionale che ti permetterà di effettuare ogni compravendita in tempi ragionevoli e con il miglior risultato possibile.

   

Resta aggiornato sulle nuove proposte immobiliari consultando le nostre pagine Instagram e Facebook e contatta Panorama Casa allo 011 7717047 per ogni informazione sulla tua casa da vendere o comprare a Torino e provincia.